Le torte per la Bosnia

Gli “Amici della Bosnia” del gruppo “Animazione missionaria” della nostra comunità, in preparazione del viaggio che, come ogni anno, li porterà in Bosnia per un aiuto concreto di solidarietà, nella domenica 10 marzo si è presentato sul sagrato della nostra chiesa parrocchiale per un ‘offerta di torte squisitamente casalinghe.

Coordinati dal responsabile, il sig. Ezio Lorenzi, numerosi volontari appartenenti ai vari gruppi parrocchiali in comunione con gli “Amici di Valbrembo” si sono prodigati nel pomeriggio di sabato a preparare e confezionare molteplici dolci dalla forma tradizionalmente rotonda, dai mille gusti e per ogni esigenza familiare. Nella domenica poi a quanti si sono recati per la partecipazione della santa Messa, hanno presentato su due bancarelle improvvisate le circa 150 allettanti torte, che dietro ad una simbolica offerta sono andate velocemente esaurite.

Torte-bosnia-2019-1

Immagine 1 di 7

Per la gioia dei genitori che hanno accontentato i propri figlioli, per la consolazione dei nonni che hanno avuto modo di soddisfare la golosità dei nipotini e per un pensiero di condivisione dei nipoti, che  con questo piccolo dono hanno alleviato la solitudine dei nonni.

Tutto per un’azione di solidarietà, che già si sta preparando  in previsione del viaggio in Bosnia, che ormai da tanti anni viene programmato e che porterà conforto e solidarietà alle popolazioni bosniache, in viveri e in vestiario. Grazie ai volontari sempre generosi nel prodigarsi incessantemente per la buona riuscita del viaggio e grazie a quanti hanno aderito e condiviso la lodevole iniziativa, acquistando torte che a fine mattinata hanno fatto registrare la ragguardevole somma  di euro 2.500, per un sostegno economico che servirà a finanziare l’annuale “Pellegrinaggio di carità” che si svolgerà dall’ 11 al 15 settembre nella terra di Bosnia.

I fiori della solidarietà

Nella mattina di domenica 10 marzo la Protezione Civile Torre Boldone ha collaborato, con la vendita di fiori, alla manifestazione nazionale “Bentornata Gardenia” promossa dall’AISM, l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla fondata nel 1968.

Con la partecipazione di molti volontari, è stato allestito un gazebo davanti al parco di piazza Marconi esponendo in bella mostra molteplici vasi di ortensie e gardenie per la gioia dei passanti e di quanti si sono recati alla chiesa parrocchiale per la Santa Messa festiva.

I promotori e i volontari  inizialmente nutrivano perplessità sulla positiva riuscita dell’iniziativa, ma con grande sorpresa, le ortensie e le gardenie  sono state anzitempo esaurite, grazie alla generosità di tante persone che  hanno condiviso la nostra proposta di solidarietà.

Un grazie di cuore a tutti, ai volontari e a quanti hanno aderito nel portarsi a casa una gradevole pianta primaverile e per aver dato un piccolo ma significativo contributo all’ AISM per il sostegno alla ricerca e assistenza alle persone colpite dalla Sclerosi Multipla.

L’Associazione è a fianco di chi, ogni giorno, affronta questa particolare patologia, per garantire i diritti, raggiungere insieme nuovi traguardi scientifici e rendere possibile una vita piena, oltre la malattia. Per quanti fossero interessati ad approfondire l’attività  della Onlus o per chiedere consiglio ed aiuto, la sede provinciale è in Bergamo, presso CARISMA, via Daste e Spalenga 12/G.

Gli Alpini in Parrocchia per il cambio della guardia

Domenica 10 marzo gli Alpini della nostra comunità si sono ritrovati nella chiesa parrocchiale per la celebrazione della santa messa aprendo così la giornata dell’assemblea annuale con la presenza di due patrocinanti d’eccezione, la Madrina del gruppo, dr.ssa Caterina Capelli e il Luogotenente Pasquale Macella rappresentante dell’Arma dei Carabinieri. Prima della preghiera dell’Alpino, al termine della celebrazione eucaristica si è svolta una breve ma significativa cerimonia, il passaggio di consegne tra il capogruppo uscente sig. Giuseppe Del Prato e il nuovo coordinatore sig. Luigi Panseri, avvenuto con lo scambio del gagliardetto.

Assemblea-Alpini-2019-1

Immagine 1 di 18

La mattinata è poi proseguita con l’assemblea annuale svoltasi nella sede alpina di via Rinada, dove il nuovo capogruppo ha svolto un’approfondita relazione morale – finanziaria inerenti le molteplici iniziative del gruppo coinvolgendo i numerosi alpini intervenuti.

Sono stati  poi elencati gli impegni in cui gli alpini hanno operato  con generosità: la gestione dei giardini pubblici, le manifestazioni del 25 aprile e del 2 novembre, la collaborazione alla festa della Ronchella e del patrono San Martino,  l’attività di sensibilizzazione all’interno dell’ Istituto Scolastico del territorio, la solidarietà agli ospiti della casa di riposo, la partecipazione al Banco Alimentare e  Farmaceutico e la Sagra Alpina ormai giunta alla sua 27a edizione.

Un pensiero riconoscente di gratitudine a Giuseppe Del Prato, che per tanti anni ha guidato con solerzia e generosità il gruppo dei nostri alpini, nelle sue innumerevoli iniziative a favore della comunità e con presenze lodevoli di solidarietà nell’ambito sociale. A lui e al suo successore, auguriamo di continuare questo cammino di condivisione e di attenzione verso il territorio ma soprattutto verso i bisogni più impellenti della nostra comunità.