I mercatini dell’Immacolata

mercatini immacolata - 7Sul piazzale della Chiesa, nel giorno dell’Immacolata, abbiamo avuto anche noi i nostri “Mercatini di Natale” , dove alcuni gruppi di volontari hanno proposto per la vendita a fine solidale i loro lavori a tema Natalizio.

Se non avete fatto in tempo a fare i vostri acquisti, potete contattare i vari gruppi per acquistare i vostri regali natalizi, aiutando così i vari canali solidali assistiti dai nostri gruppi, e nel contempo offrendo ad amici e parenti oggetti utili e graziosi, per un Natale da ricordare.

Cliccate qui per vedere tutte le immagini.

Vi aspettiamo sul sagrato…

Candele di natale           Sabato 8 dicembre                                                                         MERCATINI DI NATALE SOLIDALI                                                                 dalle ore 9,00 alle ore 18,00                                                                sul sagrato della Chiesa         parrocchiale di Torre Boldone.                                                                Vi  aspettiamo!

L’annullo filatelico

2018 Annullo Filatelico - (2)Nel corso dei festeggiamenti per il nostro patrono San Martino ma ancor di più nelle manifestazioni per ricordare i 300 anni di storia della nostra chiesetta alla Ronchella denominata anche “dei mortini” abbiamo notato una bancarella  un poco inusitata per le nostre consuetudini ma soprattutto per ciò che essa proponeva: un annullo filatelico.

2018 Annullo Filatelico - (3)Per i buongustai della filatelìa, che sono accorsi numerosi, è stato un evento significativo e ragguardevole, perché l’annullo proposto va ad avvalorare la loro già pur nutrita collezione di francobolli e nello specifico di annulli postali. Per sottolineare l’evento speciale della ricorrenza dei 300 anni di storia oltre alle molteplici proposte offerte, la Parrocchia ha voluto inserire anche uno “Speciale annullo filatelico” composto da quattro cartoline, 2 raffiguranti la chiesa parrocchiale e altre 2 la chiesetta della Ronchella, 2018 Annullo Filatelico - (1)con sul retro francobolli raffiguranti la Madonna, annullati per l’appunto da un timbro fatto realizzare appositamente per l’evento che raffigura la chiesetta con la scritta: “Benedizione solenne chiesa dei mortini alla Ronchella”.

Tutto questo grazie alla disponibilità di un nostro parrocchiano, Daniele Tintori, che da anni coltiva la passione della filatelìa e in particolare degli annulli postali che certificano, testimoniano e ricorderanno nel tempo eventi culturali, religiosi e sociali della nostra società contemporanea.

Molte sono state le persone che hanno desiderato avere anche questo singolare ricordo per i 300 anni della nostra chiesetta della Madonna del Suffragio.

Una serata di storia … La Ronchella

La sera di giovedì  29 novembre 2018 nel salone del Centro Santa Margherita si è tenuto un incontro per sottolineare i trecento anni della costruzione della  chiesetta alla Ronchella.

Serata-Ronchella - (9)Dopo una breve introduzione del nostro prevosto mons. Leone, la serata ha avuto tre momenti di particolare interesse: il primo inerente la cronologia storica degli avvenimenti che hanno determinato la costruzione della chiesetta “dei Serata-Ronchella - (2)mortini”.

Rosella Ferrari ci ha illustrato con puntuale chiarezza la storia della chiesetta della Ronchella e le varie vicissitudini legate alle motivazioni per cui si è giunti alla costruzione della medesima che solo molto tempo dopo ha avuto il suo epilogo nella concessione di poter erigere e consacrare la chiesetta dedicata alla Madonna, in ringraziamento per aver liberato le popolazioni del territorio dalla peste.

Roberta Grazioli, restauratrice, ci ha Serata-Ronchella - (21)spiegato con professionalità le varie fasi di lavorazione che si sono succedute nell’imponente lavoro di restauro del quadro raffigurante la Vergine del Suffragio: dall’analisi del tessuto, alla ricerca dei toni e dei chiaro-scuri conformi all’originale, alla correzione di alcuni restauri avvenuti precedentemente sino alla ricomposizione ottimale dell’intelaiatura della cornice.

Don Gino Cortesi si è invece soffermato sull’importanza religiosa che questo dipinto ha voluto significare nell’immediato del tempo, quando la peste devastò e decimò la popolazione del nostro paese e che poi ha distanza di un secolo altri hanno voluto ricordare e lo hanno fatto ponendo al centro del loro grazie riconoscente, la Madonna denominata “del Suffragio”.

Per vedere tutte le immagini clicca qui

300 Anni per la Ronchella

Ronchella 300 - (9)Nella fresca mattinata di domenica 2 dicembre 2018 tanti parrocchiani della nostra comunità hanno voluto presenziare e partecipare alla devota celebrazione della Santa Messa nella chiesetta della Ronchella. Una celebrazione speciale e particolare: trecentesimo anniversario della nascita della chiesetta così chiamata “dei mortini”, sorta per desiderio del popolo nel pensiero riconoscente verso la Ronchella 300 - (8)Madonna che per sua intercessione ha liberato le popolazioni del territorio dalla peste che aveva nel tempo decimato gli abitanti della zona.

Sguardi commossi, volti sorridenti e tante devote persone hanno partecipato a questo significativo evento della nostra comunità e che nel tempo hanno perpetrato questa ammirevole devozione alla Vergine Ronchella 300 - (16)del Suffragio, in ringraziamento dell’allora sguardo benevole verso i nostri antenati ma che si ripete ancor oggi verso le nostre storie di ogni giorno, fatte di gioie e sofferenze, di speranze e delusioni, di entusiasmi e solitudini che costellano il nostro quotidiano cammino.

Con il celebrante Mons. Leone, nostro amatissimo prevosto, hanno Ronchella 300 - (15)concelebrato il parroco di Ranica, Don  Francesco Sonzogni, (presente simbolicamente perché fu il parroco di Ranica del tempo ha benedire la erigenda chiesetta), Don Tarcisio Cornolti e Don Elio Artifoni due sacerdoti nativi della nostra comunità e il sempre apprezzatissimo e stimatissimo Don Luigi Cortesi, che anche con il restauro attuale della Madonna del Suffragio ha voluto magnanimamente contribuire alla sua realizzazione.

Dal Vangelo secondo Luca       Lc 21, 25-38.34-36)
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei flutti, mentre gli uomini moriranno per la paura e per l’attesa di ciò che dovrà accadere sulla terra. Le potenze dei cieli infatti saranno sconvolte. Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire su una nube con grande potenza e gloria. Quando cominceranno ad accadere queste cose, risollevatevi e alzate il capo, perché la vostra liberazione è vicina.
State attenti a voi stessi, che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita e che quel giorno non vi piombi addosso all’improvviso; come un laccio infatti esso si abbatterà sopra tutti coloro che abitano sulla faccia di tutta la terra. Vegliate in ogni momento pregando, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che sta per accadere, e di comparire davanti al Figlio dell’uomo».

Don Leone nella breve omelia ci ha ricordato come il nostro vivere quotidiano deve sintonizzarsi con l’invito di Gesù,  soprattutto nel non disperdere in cose vane le nostre forze e  le nostre attese e non lasciarci sommergere dalle preoccupazioni e dagli eventi quotidiani: a te Signore innalzo l’anima mia, in te confido! Con perseveranza!

Don Gino oltre a ragguagliarci con puntualità sulla realtà storica degli eventi relativi alla chiesetta della Madonna del Suffragio, ci ha invitato a pregare la Vergine Maria, con devozione e umiltà, perché la nostra Mamma del cielo interceda per noi presso Dio. Preghiamo la Madonna attraverso strumenti semplici ma efficaci, come la preghiera dell’Ave Maria, come la recita del Santo Rosario, preghiera contemplativa e cristocentrica, la Salve Regina e le Litanie della Madonna che sono un canto di eccellenza nella lode a Maria.

Ronchella 300 - (45)Al termine della celebrazione eucaristica, il popolo cristiano in unità con i sacerdoti celebranti sono usciti dalla chiesetta e con commozione è stata scoperta la lapide commemorativa, che lascerà ai posteri un ricordo significativo di questo evento speciale, a testimonianza che anche dopo trecento anni, la comunità di Torre Boldone ha voluto pregare, lodare e ringraziare la Madonna, “Santa Maria della pietà verso i defunti”, affidando alla sua materna protezione il cammino della nostra comunità cristiana.

Per vedere tutte le immagini della celebrazione clicca qui

MANE NOBISCUM, LE RIFLESSIONI DI DON LEONE IN TV

antenna2

Guardiamo insieme le ultime puntate della rubrica settimanale Mane Nobiscum del nostro Parroco Don Leone, pubblicate come sempre su Antenna 2 sul Digitale Terrestre oppure sul canale Youtube 

“La meraviglia”

“Soldi all’altare”

Clicca anche sull’icona a fianco che troverai nella sidebar del sito per accedere alla pagina con l’ultima puntata del programma Puoi anche vedere tutte le altre puntate nella pagina “Mane Nobiscum” del sito cliccando qui

Genitori Oggi…

Genitori Oggi 2018- (5)Nella serata di mercoledì 28 novembre, nella sala parrocchiale Gamma si è svolto un incontro molto interessante, proposto dal TAG, Associazione Genitori di Torre Boldone, sul tema: Genitori oggi: a caccia di autorevolezza tra solitudine, autonomie e dipendenze”. La serata è stata preceduta da uno spettacolo teatrale presentato dal gruppo I Pensatori: “Lupus in fabula: autonomi o automi”: un gruppo Genitori Oggi 2018- (4)formato da genitori che si diverte e vuol far divertire riflettendo e giocando con il linguaggio teatrale, sui temi dell’educazione.

A seguire poi l’intervento del dott. Matteo Lancini, psicologo e psicoterapeuta, Presidente della Fondazione Minotauro, che ha svolto una relazione molto approfondita e circostanziata circa le problematiche inerenti la missione di Genitori Oggi 2018- (3)educare  nell’ambito della società contemporanea: famiglia, scuola, istituzioni. Una serata davvero appassionante per le numerose presenze in sala,  alla quale ne seguiranno altre, pensate e programmate in collaborazione con il “Tavolo dei minori e Famiglie”, per condividere la fiducia e il coraggio dell’educare ai tempi nostri.

Genitori Oggi 2018- (1)