I VOLONTARI STANNO DISTRIBUENDO IL NOTIZIARIO

Il Notiziario è in fase di distribuzione, i nostri volontari lo stanno consegnando casa per casa, sfogliamolo insieme per rivivere i momenti salienti della vita parrocchiale e per conoscere meglio tutte le attività che vengono organizzate dai Sacerdoti e dai vari gruppi.

se vuoi vedere i numeri precedenti clicca l’icona a fianco, inoltre la pagina può essere selezionata dal menù Arte e Cultura/Notiziario

Gli Esercizi Spirituali della prima domenica di Quaresima

Nella prima settimana di quaresima, abbiamo potuto soffermarci e pregare con tre giornate di esercizi spirituali, meditando il tema ” Carità nella verità”, accompagnati nella riflessione del mattino da padre Battista, della congregazione dei Monfortani di Redona, mentre nel pomeriggio (alla quale si riferiscono le immagini) da don Flavio Meani, giunto tra noi dal santuario di Santa Maria del Fonte di Caravaggio.
Al termine di ogni incontro, è stato dedicato un tempo per la preghiera in forma personale durante l’ adorazione Eucaristica. Molti fedeli hanno partecipato e vissuto queste giornate di ascolto, riflessione e meditazione per iniziare al meglio il cammino della quaresima verso la Pasqua.

La messa degli Avisini

Domenica 18 febbraio, la sezione Avis di Torre Boldone si è ritrovata per la celebrazione della S. Messa delle 08.30 per ricordare tutti gli avisini defunti e successivamente, presso il salone del centro Santa Margherita, si è tenuta l’assemblea annuale.
Dopo il saluto del presidente Bonassi, sono intervenuti il sindaco Macario ed il parroco don Alessandro Locatelli che ha ricordato e sottolineato come l’associazione Avis, il modo costante e “discreto” è presente nella vita della parrocchia, nelle attività con i giovani e i ragazzi dell’ oratorio e in alcuni ambiti di carattere sportivo, come il calcio e la pallavolo.
Una piacevole e longeva collaborazione per promuovere soprattutto alle nuove generazioni il vero significato del valore del “dono” di sangue e plasma, fatto in forma personale ma poi condiviso per il bene di chi ha bisogno. Dopo gli ultimi interventi nel corso dell’assemblea e la consegna delle benemerenze ad alcuni avisini, la mattinata si è conclusa con un momento conviviale.

Le immagini del rito delle ceneri

Mercoledì 14 febbraio, primo giorno di quaresima, durante le Messe, abbiamo celebrato il rito dell’imposizione delle ceneri.
Molti i fedeli presenti ad ogni celebrazione, hanno ricevuto sul capo la cenere, ricavata secondo la tradizione bruciando gli ulivi benedetti la domenica delle Palme dell’ anno precedente, 
mentre il sacerdote pronuncia la frase “Convertiti e credi al Vangelo”.
In questo cammino verso la Pasqua, siamo chiamati a sobrietà, austerità e astinenza, prendendo le distanze dalle cose futili e vane che significa la ricerca dell’essenziale,
affidandoci umilmente al Signore.

In questo cammino saremo accompagnati con frasi e segni ben preparati e curati, allestiti presso l’altare laterale della chiesa parrocchiale.

La messa dei malati

n occasione della giornata del malato , sabato 10 febbraio in chiesa parrocchiale abbiamo pregato il santo rosario e celebrato l’Eucaristia con e per i malati. La S. Messa presieduta da don Alessandro con i sacerdoti della parrocchia è stata animata dal coro e dal suono delle chitarre. Durante l’omelia il parroco ha ricordato come molte persone anziane, ammalate che non possono uscire, sono un bene prezioso, perché con la loro costante preghiera sostengono tutta la nostra Comunità ed alcune di queste hanno ricevuto il Sacramento dell’ Unzione. Successivamente  ha voluto ringraziare tutti i numerosi volontari che in diversi ambiti e servizi, sostengono ed aiutano queste persone, sempre con disponibilità e generosità. Al termine, come da tradizione, sono stati accesi e distribuiti a tutti i fedeli presenti i lumini, sollevati ad ogni ritornello del canto, come segno di affidamento e devozione a Maria, creando un’atmosfera unica e particolare.

La festa di Don Bosco

Mercoledì 31 gennaio 2024, festa di San Giovanni Bosco ci siamo ritrovati per le S. Messe a pregare nella cappellina dell’ oratorio. Il parroco don Alessandro ha presieduto la celebrazione vespertina e nell’omelia, citando Papa Francesco “tutti siamo in cammino e dobbiamo continuare a camminare e vivere la fede condividendola ricordando in particolar modo ai giovani che “non sono il domani ma l’oggi di Dio”. Si deve essere attenti al pericolo della “stanchezza della speranza”, frase molto attuale nel vivere quotidiano, anche nella vita della chiesa. Infatti le figure di santi come Giovanni Bosco e Luigi Maria Palazzolo ci danno la forza di “risvegliare” questa speranza verso il futuro. Infine un pensiero sul nostro oratorio, in quest’anno che si ricorda il 50° anniversario….la possibilità di viverlo nei diversi aspetti ed ambiti, non solo da ragazzi e giovani ma anche da adulti. Al termine tutti i fedeli hanno recitato la preghiera a San Giovanni Bosco perché oltre alle nuove generazioni, aiuti e sostenga il cammino e l’impegno di tutti i curati, alla guida e al coordinamento degli oratori, in particolar modo il nostro don Diego

La diretta della Messa dalla Chiesa Parrocchiale

Ricordiamo che è possibile assistere a tutte le celebrazioni effettuate nella nostra Chiesa parrocchiale, oppure rivedere le celebrazioni che abbiamo perso per accedere ai contenuti basterà cliccare il pulsante sulla sidebar del sito

Troverai tutte le celebrazioni disponibili, e potrai selezionare quella alla quale vorrai assistere con un semplice clic, buona visione!