L’inizio del nuovo anno liturgico: “Il mantello consegnato”

Al termina della Santa Messa delle ore 10 la domenica 1 dicembre, la prima di Avvento, il prevosto Mons. Leone ha  presentato all’assemblea e benedetto il nuovo cartello raffigurante il cammino pastorale dell’anno liturgico 2019-2020: “IL MANTELLO COMSEGNATO”.  L’arte di TRASMETTERE, è far passare qualcosa di SE’ ad ALTRI, è il gioco del PASSAGGIO, che imprime nuovo slancio alla VITA.

La biografia di san Martino evidenzia la magnanimità del soldato romano, la vita monastica del monaco Martino dedito alla preghiera, facendone emergere un tracciato di vita mistica in umiltà e carità. Martino uomo della Parola: i suoi uditori rimanevano colpiti nel profondo del loro cuore perché le sue parole si radicavano nell’intimità con Dio, intimità acquisita nella preghiera e nell’autenticità del suo incontro con il prossimo. Martino uomo dedito alla contemplazione:  motore efficace dell’azione, si dedicò con zelo all’adempimento dei suoi doveri episcopali privilegiando l’accoglienza di sofferenti ed emarginati della vita.

E’ un invito che la parrocchia propone per questo nuovo anno pastorale, un pro memoria, uno stile di vita da imporre alla nostra quotidianità che si realizza in attenzione particolare verso i più deboli della nostra comunità, facendosi carico di molteplici disagi, sommerse solitudini e povertà nascoste. Buon cammino dunque e… buon anno liturgico!

Luciano Tintori

Gli ex voto “Per grazia ricevuta” tornano alla chiesetta della Ronchella

Celebrazione della Santa Messa nel tardo pomeriggio di venerdì 29 novembre alla chiesa della Ronchella nel ricordo dell’anniversario di quando nel lontano 1718 fu costruita la cappella dei Morti della peste. Per questa ricorrenza sono stati ricollocati al loro posto d’origine 6 piccoli quadri che a suo tempo la pietà popolare, nell’esprimere la propria riconoscenza per la grazia ricevuta, ebbe a donare ad imperitura memoria. Sei piccoli capolavori artistici che la paziente opera della restauratrice bergamasca Roberta Grazioli ha rimesso a nuovo e portato alla sua luce originale, tanto da poterne ora ammirare la splendida colorazione cromatica e la peculiare intensità espressiva che all’attento visitatore suscita un’intensa emozione e un sentimento di pia gratitudine.

Gli ex voto offerti alla Madonna testimoniano la devozione dei fedeli che hanno ricevuto una grazia attraverso la preghiera, per l’intercessione della Vergine Maria.

Al termine della celebrazione eucaristica mons. Leone ha voluto poi ringraziare i generosi guardiani della nostra chiesetta della Ronchella, i sigg. coniugi Piero e Lina Bresciani che in collaborazione con le sig.re Luigina e Rita attendono con solerzia al decoro della cappella durante tutto l’anno e con particolare attenzione e devozione nel periodo della ricorrenza festosa che si ripete immancabilmente la prima domenica dopo Pasqua,  detta “In albis” o della Divina Misericordia.

Luciano Tintori

VIVA VITTORIA… coperte in vendita!

Nel fine settimana di sabato 23 e domenica 24 novembre Piazza Vecchia di Città Alta e dintorni, nello specifico sotto i portici causa il maltempo, l’Associazione “Viva Vittoria” ha esposto e messo in vendita innumerevoli coperte preparate e confezionate da volontari e Associazioni di tutta la provincia bergamasca, tra i quali molti della nostra Parrocchia.

In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne Piazza Vecchia è stata pertanto ricoperta da 13.900 quadrotti realizzati a maglia e uncinetto, metafora di creazione e sviluppo di sé.

Alla base di Viva Vittoria c’è l’idea di fare qualcosa che coinvolga in prima persona, da qui il concetto di opera relazionale:chiunque può dare il suo contributoe il quadrato di 50 per 50 è stato scelto in quanto formato affrontabile anche per chi non ha grande esperienza con i ferri o troppo tempo a disposizione. Durante i mesi di preparazione dell’opera insieme alla coperta, che dà quest’idea di calore e di un abbraccio che ti avvolge, si sono intessute bellissime relazioni, che proseguono anche oltre il progetto  e che ci hanno portato oltre i confini cittadini.

La comunità di Torre Boldone,  grazie all’impegno di molte donne, ha contribuito allo straordinario successo dell’iniziativa di “Viva Vittoria”, nata per contrastare la violenza sulle donne. Hanno  partecipato con buona volontà e generosa disponibilità i gruppi Parrocchiali Scacciapensieri e Laboratorio Santa Margherita oltre a numerose persone che singolarmente hanno collaborato alla felice riuscita della manifestazione.

Un grazie e una lode veramente encomiabile per aver donato tempo e fatica, attraverso questa semplice ma impegnativa promozione, che ha visto la partecipazione di innumerevoli acquirenti… di coperte multicolorate!.

Luciano Tintori

Inizia l’Avvento, in Parrocchia ed in Oratorio

Avvento 2019

Noi una Chiesa …

Inizia l’Avvento ed un nuovo Anno liturgico! Cosa vuol dire? La Chiesa e la tua comunità ti invitano a iniziare un cammino di fede al seguito di Gesù. Infatti l’Anno liturgico non è altro che lo svolgersi della vita del Signore: la sua attesa, la sua venuta fra noi, la sua predicazione, la sua passione e morte, la sua risurrezione… Ogni domenica, nella celebrazione Eucaristica, siamo chiamati a celebrare e rivivere la vita di Gesù per diventare sempre più suoi amici e per mettere in pratica il suo Vangelo.

L’Avvento è il momento che ci prepara a celebrare la sua venuta, la sua nascita: è il tempo dell’attesa. Gesù è già in mezzo a noi, ma pure verrà ancora per sostenere la nostra vita, per dare a noi il coraggio e la forza necessaria per vivere bene ogni giorno.

Nell’Avvento di quest’anno siamo invitati a riflettere sulla Chiesa, su noi che siamo Chiesa, affinché possiamo esser sempre più una Chiesa felice e gioiosa…

Per poter muovere i nostri passi dentro la Chiesa, per poter davvero lasciarci incontrare dal Cristo che viene ecco alcuni passi che possiamo condividere:

La Messa festiva: è alla Messa, nella tua comunità e con la tua comunità, che incontri davvero il Signore e fai il cammino liturgico. Non puoi assolutamente mancare!

Fare un po’ di posto al Signore: con qualche preghiera in più, trovando un po’ di tempo per stare con il Signore.

La formazione personale: trovare il tempo in questo avvento per partecipare agli incontri di formazione, partecipare alla catechesi, leggere un libro che ci aiuti a scoprire un po’ di più della nostra fede.

Per i ragazzi della catechesi e le loro famiglie settimana dopo settimana sarà consegnato un foglio che aiuta a riflettere sul tema della settimana e suggerisce una breve preghiera

Per gli adolescenti la proposta di un piccolo libretto di preghiera, giorno dopo giorno

Per gli adulti, sono disponibili alcuni sussidi in Chiesa oppure si trovano molti spunti anche su internet.

Non ci resta che augurare a ciascuno un buon cammino di Avvento, sperando possa essere un cammino di Chiesa, un cammino condiviso affinché possa la nostra comunità mostrare un volto di Chiesa gioiosa.

don Leone e i sacerdoti della comunità

Piccoli passi per…! La rappresentazione teatrale

L’Associazione “Piccoli passi per…” sabato 23 novembre nell’auditorium Gamma ha presentato lo spettacolo teatrale “Un sogno d’azzardo”, tragicommedia musicale in due atti della Compagnia “Il Teatro delle persone”, formata dai componenti l’Associazione per la direzione di Stefano Taglietti. La serata è risultata estremamente interessante e molto partecipata dal numeroso pubblico in sala, una rappresentazione esilarante che, toccando in sottotraccia il problema della ludopatia ha allegoricamente evidenziato ogni risvolto personale e sociale della patologia che purtroppo affligge numerose persone. La presidente sig.a Camilla Morelli, a conclusione della serata ha illustrato l’attività associativa, invitando a condividere il percorso di autonomia di persone che vivono il disagio psichico, sostenendo iniziative e progetti mirati quali eventi di sensibilizzazione, interventi formativi nelle scuole e raccolta fondi… nei bar! “Un caffè per 2=casa” è il progetto nato con l’obiettivo di dare sostegno nella quotidianità alle persone che soffrono di problemi di salute mentale, per aiutarle a non sentirsi sole e a vivere una vita personale in maggiore autonomia.

L’associazione “PICCOLI PASSI PER…” opera nel campo della salute mentale nel territorio che afferisce al DSM (Dipartimento di Salute Mentale) dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo e agli Ambiti Territoriali 1 e 2. Essa è nata nel 1996 da un piccolo gruppo di familiari di persone con disagio psichico. Attraverso l’esperienza dell’auto-mutuo-aiuto scoprivamo il valore dello “stare assieme” per sostenerci reciprocamente, acquisendo maggiore capacità di convivenza con la difficile quotidianità della malattia, e, nello stesso tempo, maggiore consapevolezza sia dei problemi che dei diritti di malati e famiglie. Da qui la volontà di assumere come familiari un ruolo nuovo, attivo, di “fare assieme” per favorire una migliore qualità della vita delle persone.

Per conoscere meglio il gruppo, cliccate Qui per accedere alla pagina informativa sulle attività svolte, oppure contattate il gruppo ai seguenti indirizzi:

e-mail. piccolipassiper@libero.it     sito. www.piccolipassiper.it