La notte che si è illuminata 2016

Nella serata di sabato 17 dicembre in tutte le parrocchie della Vicarìa si è celebrata la “ Notte che si illumina”, con l’apertura di tutte le chiese per un fraterno incontro di meditazione  e di riflessione  circa l’imminente celebrazione liturgica del Natale.

A Monte di Nese si è voluto porre l’attenzione sull’Attesa dei Pastori, con un corteo di zampognari, a Nese un presepio vivente nelle strade, dall’Oratorio al Santuario dell’Assunta al Grumasone, per rivivere i momenti più emozionanti della nascita del Salvatore. A Villa di Serio, al Santuario della Madonna del Buon Consiglio, serata di intensa preghiera con la recita del Santo Rosario, celebrazione della Santa Messa  e adorazione Eucaristica: nella parrocchiale di Ranica adorazione Eucaristica con il sacramento della Riconciliazione; nella Basilica di Alzano elevazione musicale della corale di San Martino e visita alle Sacrestie mentre nella piccola Olera si è celebrato il “Natale in-canto” con i bambini del luogo e il coro del Beato Tommaso.

A Torre Boldone, “gli Angeli sono scesi ad ascoltare la musica del nostro organo”, una serata speciale  tra letture bibliche, canti natalizi e momenti di cultura circa la nascita, il funzionamento, il mantenimento e l’uso di uno strumento musicale presente in quasi ogni chiesa della cristianità: l’organo a canne. Attraverso un video ci siamo acculturati circa la nascita e l’evoluzione di questo strumento: come funziona un organo a canne? Abbiamo appreso i segreti del “definito” Re degli strumenti”. A seguire vi è stata la presentazione ed illustrazione, per mezzo di  brevi improvvisazioni, dei vari registri dell’ organo, dal quale i nostri organisti traggono  melodie di una complessa sinfonia di suoni che lo rende simile ad una vera e propria orchestra in miniatura.

Il Coro Parrocchiale ha dato un tocco di magia alla serata, producendosi in canti natalizi veramente da applausi a scena aperta, toccanti nella semplicità ed emozionanti per il valore spirituale che questi hanno prodotto nei nostri animi.

Un ammirevole ed encomiabile “Concerto di Natale”: Adeste Fideles – tradizionale irlandese (elab. Egidio Corbetta); Dolci Campane a Natale – (elab. Egidio Corbetta); In notte placida – attrib. A Francois Couperin; Bianco Natale – Irving Berlin; A Gesù Bambino – Santo Donadoni; Davanti al Re – Steven Fry. A conclusione abbiamo apprezzato un brano d’organo: L’angelico Annunzio – Luigi Picchi (1899-1970) ammirando visualizzate sul grande schermo le dita veloci sulle tastiere dell’ organista. A tutti i volontari che hanno collaborato alla realizzazione della serata, un grazie riconoscente.