Celebrazione liturgica di San Martino 2016

Venerdì 11 novembre 2016 è stata celebrata alle ore 10 nella chiesa parrocchiale, la Messa solenne in onore del nostro Santo Patrono, Martino, Vescovo di Tours. Monsignor Maurizio Malvestiti, vescovo di Lodi, Docente al Pontificio Istituto Orientale, ha presenziato la celebrazione Eucaristica, concelebranti il parroco don Leone e il missionario Don Mario Tirloni.

Il vangelo di Matteo, dal cap. 25, “ogni volta che avete fatto qualcosa a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me”, ci ha voluto ricordare l’importanza dei piccoli gesti di attenzione verso il prossimo più disagiato o in situazioni di difficoltà. Mons. Malvestiti nell’omelia, ha voluto sottolineare come il taglio del mantello per ricoprire un povero, ricordato nella biografia diffusa del Santo Martino, sia diventato un emblema di alto significato di carità e generosità:

“avevo fame, sete, ero forestiero, nudo, carcerato… l’avete fatto a Me”.

E sul finire dell’anno della Misericordia,  è risuonato un invito a rinnovare nel  quotidiano l’esortazione: “Misericordiosi come il Padre”…”.

A conclusione della celebrazione, Sua Eccellenza il vescovo Maurizio, ci ha raccontato della sua esperienza di fede, quando, Sottosegretario della Congregazione per le Chiese Orientali, ha dovuto affrontare realtà di  sofferenza, circa i nostri fratelli cristiani in Medio Oriente.

Ha sottolineato poi quanto sia stata grande l’indifferenza del mondo occidentale verso questi popoli, che pur di non rinnegare la fede cristiana, hanno subìto violenze e ingiustizie atroci, pagando talvolta con la propria vita, il loro attaccamento al credo evangelico.

Una testimonianza toccante, che certo ci interroga, nella consapevolezza di quanto sia eroico, ancora oggi, il vivere e testimoniare la propria fede in Dio, Padre Misericordioso.

Le autorità locali hanno presenziato alla celebrazione, condividendo con la nostra comunità il momento più alto della festa del patrono, il Coro parrocchiale ha allietato lodevolmente con  inni e canti la solenne cerimonia e la chiesa, gremita all’inverosimile di parrocchiani, si è aperta all’accoglienza di quanti hanno voluto partecipare e condividere la gioia spirituale, lodando e ringraziando Dio nella festa tanto amata del nostro Vescovo San Martino di Tours.